Ospedale nuovo, polo specializzato per le emergenze

SULMONA – ”La riqualificazione del complesso ospedalierio sulmonese, che passa attraverso il nuovo ospedale, il primo presidio sanitario antisismico della regione, e la valorizzazione dell’area circostante, potrebbe consentire di avere in citta’ un polo specializzato per le emergenze, tale da divenire punto di riferimento per le aree interne”.

E’ la proposta che il sindaco Annamaria Casini ha presentato al direttore generale della Asl1 Rinaldo Tordera questa mattina durante il sopralluogo al cantiere dove sta sorgendo la nuova struttura ospedaliera, accompagnati dai responsabili e tecnici della ditta costruttrice, alla presenza di alcuni consiglieri di maggioranza e di minoranza.

”Chiederemo alla Regione un tavolo per discutere di questo progetto che potrebbe concretizzarsi nell’ambito del piano di programmazione”

spiega il sindaco

”consentendo di investire risorse aggiuntive con uomini e mezzi. Un’idea che sara’, intanto, uno dei punti all’ordine del giorno della Commissione relativa alle politiche sanitarie, la cui costituzione sara’ formalizzata nella seduta di Consiglio comunale di domani” aggiunge il primo cittadino Annamaria Casini ”Ci e’ stato comunicato che il nuovo ospedale potra’ essere consegnato alla citta’, con molta probabilita’, entro settembre e il prossimo passo, quindi, sara’ la demolizione dell’ala vecchia del Santissima Annunziata, con la riqualificazione delle aree esterne. Continueremo a tenere sotto controllo la situazione puntando ad ottimizzare al massimo il complesso ospedaliero nell’interesse della collettivita’ e del nostro territorio montano”.

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0