BCC di Pratola Peligna: ”banca in equilibrio che guarda lontanto e va verso il mare”

PRATOLA – La Banca di Credito Cooperativo di Pratola Peligna approva il Bilancio dell’esercizio 2017 nell’assemblea dei soci convocata per il 22 Aprile 2018, presso la multisala Igioland a Corfinio. Un’ottima annata che ha determinato un utile di esercizio pari a 2,52 milioni di Euro, in aumento rispetto all’anno precedente. Esso rappresenta il risultato di gestione per eccellenza scaturito dall’incremento della redditivita’, grazie all’aumento del margine da servizi, dagli utili derivanti dalla finanza e dalla contestuale diminuzione delle spese amministrative. Sul fronte della raccolta pari a Euro 567 milioni, si registra un aumento del 1,12% delle masse complessivamente amministrate comprensive del risparmio gestito e bancassicurazione (+43,50% polizze-fondi-sicav), cio’ a significare che si stanno consolidando le nuove e performanti strategie, alla stessa stregua dei grandi competitors, dovute anche alle politiche di educazione economico-finanziarie poste in essere, perche’:
la BCC banca del territorio cresce con il territorio”. Gli impieghi, in linea con l’andamento del sistema bancario, si sono attestati a 251 milioni di euro, in diminuzione rispetto al 2016 anche a seguito di una cessione NPL pari a Euro 1,6 milioni netti. La modesta ripresa del ciclo economico e il permanere dei tassi su livelli estremamente ridotti non ha generato una solida ripresa della domanda di credito. La BCC in un contesto generale ancora caratterizzato da incertezze, ha comunque privilegiato il rapporto di servizio alle economie dei territori serviti, in particolare alle famiglie e alle piccole imprese.

Significativi i risultati positivi degli indici di bilancio con un eccellente CET 1 pari al 29,16%, uno dei piu’ alti a livello nazionale. Il ”cost income ratio” (incidenza dei costi operativi sul margine di intermediazione) si e’ attestato a dicembre 2017 al 56,80% in miglioramento rispetto al 2016. Si evidenzia una significativa contrazione, rispetto al 31.12.2016, dei crediti deteriorati, grazie soprattutto ad un importate cessione dei crediti avvenuta a fine dicembre 2017. Politiche economico-finanziarie e strategie che si intersecano e si completano, ma non si improvvisano perche’ si programmano e si attivano con competenza e lungimiranza al fine di determinare un bilancio in equilibrio, necessario per affrontare le sfide di mercato e l’insediamento in nuovi territori ricchi di opportunita’.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0