Strade provinciali, presto il passaggio all’Anas

SULMONA. E’ doveroso, da parte del Presidente della Provincia dell’Aquila, reiterare una serie di chiarimenti e indicazioni sulla problematica che investe la rete viaria da oltre un mese, comunicare tutte le azioni intraprese dall’approvazione definitiva del bilancio, avvenuta il 24 aprile 2018 (unica in Abruzzo e fra le prime in Italia), atto formale che ha permesso di poter intervenire immediatamente sulle emergenze e criticità (580.000 euro di lavori affidati nel mese di maggio), emerse sulle carrabili di nostra competenza, ma anche programmare una sistemazione ottimale (oltre 18 milioni di euro) che consentirà di percorrere in sicurezza le nostre strade e godere di un territorio unico al mondo.

A seguito dell’ordinanza dirigenziale, che ha vietato su 24 strade il transito alle due ruote, oggi tutte queste arterie sono interessate dai lavori, molte di esse sono state gia’ sistemate e riaperte, alcune lo saranno nel corso di questa settimana e le restanti potranno essere fruite entro la fine del mese. In particolare, il settore viabilita’, vive una condizione di grande difficolta’, costretta a gestire oltre 1800 chilometri di strade, in maggior parte ammalorate che, nel caso specifico delle carrabili interdette alle due ruote, ha dimostrato un grande senso di responsabilita’ e professionalita’ riuscendo (lavorando anche la domenica), in un solo mese, ad affidare e realizzare i lavori su tutte le 24 arterie interessate. Intanto ieri, 12 giugno, il Presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso con il settore viabilita’, presso la sede A.N.A.S. a L’Aquila, ha nuovamente incontrato l’Ing. Capo Compartimento per l’Abruzzo Antonio Marasco, per coordinare i termini della cessione delle strade provinciali. I relativi settori hanno concordato un crono programma per la definizione dell’iter del trasferimento. Le prime strade oggetto del passaggio saranno: la SR 83 Marsicana; la SR 487 di Caramanico; la S.P. 106 di Capitignano.