Bimillenario, salvi a metà i fondi

SULMONA – Approvato l’emendamento che salva in parte i fondi del bimillenario ovidiano. Il documento presentato da Carmela Grippa (M5S) e Camillo Costanzo (Italia Viva) riporta a casa 350mila euro, cioè la metà dei fondi annunciati all’inizio.
“Il lavoro di squadra porta sempre frutti a beneficio dei territori – commenta la senatrice Gabriella Di Girolamo (M5S) – Avevo già sensibilizzato la collega Grippa quando lei stessa accettò di acquisire la paternità del mio emendamento, già proposto in legge di bilancio, e di depositarlo anche nel milleproroghe, in onore della stima reciproca che da sempre ci contraddistingue ed in perfetta sintonia con i risultati già ottenuti dall’ex sottosegretario Vacca (M5S) nel Governo Conte I, ovvero la proroga dei fondi di 700mila euro. Alla collega ed amica Carmela Grippa vanno i miei più vivi ringraziamenti per aver contribuito al salvataggio di una parte dei fondi originariamente destinati dalla legge, riconoscendo anche il merito alla deputata Pezzopane che ha sottoscritto l’emendamento Grippa e al deputato D’Alessandro per aver sposato la causa. Ora il Mibact deve spingere sull’acceleratore e”
– incalza la Di Girolamo – completare celermente la composizione del Comitato Promotore affinché le migliori progettualità, già pervenute alla Presidenza del Consiglio Dei Ministri, possano dare inizio alla Celebrazione dei 2000 anni dalla morte di Ovidio”. 
Anche il sindaco Annamaria Casini attende “di conoscere modalità e tempi di utilizzo di queste risorse, sperando che vengano spese a Sulmona, che il lavoro fatto fin ora non venga dissipato e l’Amministrazione Comunale venga coinvolta nelle scelte quale garante degli interessi della città’, patria del grande poeta latino”. 
Mentre i consiglieri comunali di Italia Viva Francesco Perrotta e Fabio Pingue aggiungono: “abbiamo una nuova possibilità: 350 mila euro che la città di Sulmona e chi la rappresenta devono saper far funzionare, perché il tempo non è a disposizione di nessuno”.