Il Pd contro la mafia dei pascoli

SULMONA –                                                                                              E’ notizia di questi giorni dell’ennesima vicenda che vede coinvolti i pascoli delle nostre montagne sfruttati da imprenditori del Nord senza scrupoli con finte “transumanze” di bestiame per intascare milionari rimborsi da parte della Comunità Europea. Il Pd denuncia la questione.

“Il meccanismo è ben noto e noi siamo stati i primi a denunciare tempestivamente il fenomeno che va sotto il nome di “Mafia dei pascoli”, investendo della questione la competente commissione europea con una interrogazione dell’On.le del PD, Cozzolino. L’iniziativa ebbe, tra l’altro, rilievo nazionale attraverso un servizio di RAI Uno che ben descrisse quanto avveniva sulle nostre montagne nella indifferenza, quanto non connivenza, delle Amministrazioni interessate – interviene Franco Casciani – Oggi ci è pervenuta la risposta a quella interrogazione, e, nel prendere atto che è demandato al Parlamento di ogni singolo Paese membro della Comunità disciplinare legislativamente la materia, come Circolo di Sulmona impegneremo il Partito Democratico a promuovere tutte le iniziative utili affinché venga finalmente promulgata una legge che ponga fine a questo immondo mercato. Ciò a salvaguardia di quelle categorie di lavoratori – agricoltori ed allevatori onesti che vogliono essere tutelati nel loro lavoro – e di un territorio che di tutto ha bisogna tranne che di una subdola infiltrazione malavitosa, foriera di un ulteriore degrado socio-economico che è alla base del progressivo spopolamento dei nostri monti”.