Arrivano anche in Valle Peligna le sardine

SULMONA – Anche in Valle Peligna nascono le sardine. Già da qualche settimana, ispirato dal flash mob di Bologna, è attivo il gruppo Facebook “Sardine Peligne”, riconosciuto dalla pagina madre “6000 sardine” e referente per il territorio del gruppo “6000 sardine abruzzesi”. 

Accogliendo il sentimento di tanti, giovani e non, abbiamo deciso di rompere gli indugi e, per una volta, di “metterci la faccia” fondando questo gruppo, per sua natura aperto al contributo assolutamente paritario di tutti quelli che si riconoscono nei valori delle sardine. Era tanto, troppo tempo che le parole ci rimanevano strozzate in gola…era tanto, troppo tempo che assistevamo increduli a un veleno sottile che si propagava fin dentro le nostre case e le nostre famiglie. Quello delle sardine è un movimento orgogliosamente contro: contro una politica di propaganda violenta ed intollerante, contro una “bestiale” costruzione ideologica finalizzata a fomentare e sdoganare l’intolleranza. Contro chi spaccia la paura e la disinformazione come programma politico, chi, con un ghigno beffardo, nega la storia, la scienza, la democrazia e, tra un balletto ed un mostruoso banchetto, calpesta ridendo i diritti fondamentali degli esseri umani e si aspetta come dono i pieni poteri. Le sardine stanno dicendo ad alta voce che l’intolleranza e l’insofferenza dei diritti degli altri minano alla base le premesse necessarie a qualunque discorso democratico; che opporsi a questa deriva non è affare di un partito ma di ogni società che voglia dirsi sinceramente democratica. Le sardine rifiutano etichette e bandiere, così come evitano di elaborare programmi politici definitivi: il loro discorso si centra sulle regole fondanti del sistema, non sulle opinioni che nell’ambito delle regole possono trovare spazi di confronto.

Ci auguriamo che anche nel nostro territorio questo confronto possa portare i suoi frutti e che, per una volta, anche i peligni facciano sentire la loro voce tornando ad occuparsi di quella politica alta che, parafrasando Einstein, è il nobile e più sublime ideale dell’individuo creatore e sensibile.

Vi invitiamo, per questo, ad unirvi a noi e, per cominciare, a partecipare al flash mob di sabato 7 dicembre alle 18:30 a Pescara (Piazza Salotto) e poi all’evento nazionale del 14 dicembre, alle 15:00 a Roma (Piazza San Giovanni).