Maestri di sci, Di Donato rivendica Agenda sulla montagna

SULMONA – L’approvazione definitiva della legge che stanzia delle risorse importanti per la divisa unica dei maestri di sci “è un atto lungimirante da parte del Consiglio regionale che all’unanimità ha riconosciuto il ruolo dei maestri di sci nella promozione turistica del brand Abruzzo, rafforzando un provvedimento legislativo che dal 2012 manda un messaggio forte di legalità, alta professionalità e grande sicurezza ai turisti”. A spiegarlo è stato il vice presidente del Collegio nazionale dei maestri di sci e numero uno del Collegio regionale, Francesco Di Donato, che ha commentato positivamente la decisione adottata dall’Assemblea legislativa regionale nell’ultima seduta. “Con questa legge e col provvedimento che stanzia ulteriori risorse a favore dell’attività del Comitato abruzzese della Fisi, la Regione ha mandato segnali evidenti di grande attenzione per il mondo dello sci – ha aggiunto Francesco Di Donato che è anche il sindaco di Roccaraso – non dobbiamo però commettere un errore strategico. Questi sono punti di partenza e non certo di arrivo. Siamo sulla strada giusta ma dobbiamo cavalcare questa attenzione per definire e attuare in tempi brevi una vera “agenda” che sappia rilanciare concretamente la montagna abruzzese. Skipass unico, potenziamento delle stazioni sciistiche, un’azione di marketing diffusa e coordinata, aiuti ai Comuni che vogliono proporre progetti di sostegno al turismo, la valorizzazione del Polo di innovazione turistica. I progetti e le professionalità ci sono – ha proseguito Di Donato – serve però che la Regione definisca una road map e un gruppo di lavoro per attuarli in tempi rapidi. La legge sulla divisa ha certificato che tutte le forze politiche sono pronte a sostenere le buone pratiche turistiche per la montagna. Perdere tempo prezioso è l’unico lusso che la montagna abruzzese non può più permettersi”.