Protezione civile, via a ‘Comunicare per proteggere’

SULMONA – Prende corpo “Comunicare per proteggere”, il progetto che coinvolge 14 Comuni del territorio, compresa la Comunità Montana Sirentina, teso a migliorare strumenti e sistemi di comunicazione e informazione nella rete dei centri aderenti, in merito a prevenzione e gestione degli eventi calamitosi e ai piani di Protezione Civile, con lo scopo di potenziare l’efficienza dei servizi pubblici locali. Cominciata da maggio la prima fase, è già operativo il gruppo di lavoro che in queste settimane ha avviato l’analisi preliminare delle criticità della popolazione sul territorio, al fine di approntare un questionario che sarà reso noto alla città in occasione della presentazione dell’intero progetto, previsto entro la prima metà di luglio. Si è svolta la prima riunione operativa con i sindaci dei Comuni coinvolti, dopo un primo incontro organizzativo nello scorso autunno ed un’ attività amministrativa, nei mesi scorsi, propedeutica all’avvio vero e proprio delle operazioni. Seguirà il cronoprogramma con il termine di chiusura fissato a dicembre prossimo. E’ in corso di definizione il Piano di Comunicazione che comprende il sito web e la prima campagna di sensibilizzazione, con l’ allestimento di infopoint e App. In calendario poi lo sviluppo e implementazione di sistema App per favorire la comunicazione tra gli addetti nei Centri Operativo Comunali, l’attività di formazione per il personale su gestione App, con i corsi nei Comuni, e per gli addetti delle amministrazioni comunali. In un evento pubblico saranno presentati i nuovi strumenti comunicativi proposti alla cittadinanza, con la partecipazione di esperti del settore. E ancora momenti di formazione, fornitura della segnaletica per le aree di attesa, accoglienza e ammassamento, la realizzazione del sistema comunicativo fra i Centri Operativi Comunali (Coc) dei Comuni aderenti e la Costituzione del Centro Operativo di Progetto (Cop) concluderanno le attività, i cui risultati saranno presentati in un incontro pubblico. “Sulmona con questo progetto conferma quanto importante sia il tema di  prevenzione sismica per questa amministrazione e la realizzazione di un ampio sistema comprensoriale di protezione civile, il quale consentirà di integrare le attività operative previste con un sistema più efficiente di comunicazione tra i Comuni, dei quali Sulmona sarà capofila. Fare squadra e collaborare in questi casi risulta fondamentale nell’interesse della nostra cittadinanza, in vista anche di altri simili progetti”. Lo afferma il sindaco Annamaria Casini. I partecipanti sono: Sulmona, Cocullo, Pettorano sul Gizio, Scanno, Bugnara, Anversa degli Abruzzi, Pacentro, Introdacqua, Prezza, Campo di Giove, Roccacasale, Villalago, Cansano, Comunità Montana Sirentina. Il progetto è finanziato dalla Regione con 99.982 euro, nell’ambito del POR FSE Abruzzo 2014/2020 – Piano operativo FSE 2017/2019. FSE 2017/2019.