Bimillenario ovidiano, a Pezzopane: i 5 Stelle chiedano scusa per il ritardo

SULMONA – “Con la firma di Mattarella e la pubblicazione in Gazzetta del Regolamento per l’attuazione della legge del 2017, che istituisce l’anno ovidiano e la celebrazione della ricorrenza dei duemila anni dalla morte di Ovidio, si chiude un vergognoso ritardo. Governo e maggioranza M5s-Lega hanno impiegato un anno solo per far approvare un regolamento, mettendo in difficoltà Comitato promotore e Comitato scientifico nell’individuazione delle iniziative per il Bimillenario”. Lo afferma la senatrice Stefania Pezzopane in risposta ai Cinquestelle che rivendicano i meriti di essere riusciti a raggiungere l’obiettivo. “E nonostante tutto questo, tra i grillini (ogni riferimento alla senatrice Gabriella Di Girolamo non è puramente casuale) c’è anche chi ha il coraggio di ‘rivendicare la vittoria’ – prosegue la parlamentare del partito democratico – E di cosa? Dovrebbero trovare invece il coraggio di ringraziare chi gli ha fatto trovare su un piatto d’argento una splendida legge che prima hanno boicottato, dopo si sono inventati che non potevano attuarla, poi che non si poteva prorogare. Una serie di bugie che solo grazie alle istituzioni locali e al nostro impegno sono state smascherate. Anziché sfoderare arroganza, indegna di Sulmona e del poeta dell’amore Ovidio – conclude l’onorevole del PD – Di Girolamo faccia i conti e si dia una risposta sul crollo dei consensi del suo movimento in Abruzzo”.