Mense, pubblicata la gara europea

SULMONA – È stata pubblicata ieri la gara europea per la refezione scolastica. La segretaria generale Nunzia Buccilli non ha ascoltato proteste e malumori in Comune e fuori e ha pubblicato l’appalto da 1.471.687, 50 euro. La procedura di gara resterà aperta fino alle 12 del prossimo 19 giugno.

Il servizio da circa tre milioni di euro, che durerà per tre anni, rinnovabile di altri due, partirà da ottobre 2019.

La gara prevede 100.000 pasti al costo di 4,70 euro ciascuno e un importo complessivo di 2 milioni e 800 mila euro, sulla base del criterio dell’offerta più vantaggiosa. 

La novità che sarà introdotta dalla gara riguarda la possibilità di acquistare buoni mensa telematici e di pagare su un conto online dedicato. Il software, di cui dovrà dotarsi il Comune, avrà una triplice valenza: da un lato servirà a facilitare l’acquisto dei ticket ai genitori, dall’altro eviterà le code negli uffici comunali e infine servirà a tracciare le somme. 

Altra variabile, che costituisce requisito di premialità per la gara, riguarda le ditte che porteranno sui piatti dei bambini prodotti a chilometro zero, rispettando la stagionalità e la filiera dei produttori locali.

Attualmente il servizio mensa comunale è gestito dalla ditta romana Vivenda, che nel 2013 si era già aggiudicata l’appalto in ospedale.