Liceo classico, servono più soldi per i lavori

SULMONA – Non bastano i 4 milioni e 200mila euro a disposizione del liceo classico Ovidio. Questo il risultato dell’incontro di stamattina in Provincia, con Comune, preside Fantauzzi e delegazione di studenti. Assente il Genio civile. Le parti si sono lasciate con l’impegno di apportare altre modifiche al progetto definitivo per far salire il coefficiente di vulnerabilità sismica, così come chiesto proprio da studenti e dirigente. Sul progetto sono ben 17 le variazioni presentate dal Comune su richiesta del Genio civile, che però non si è presentato con nessun tecnico.

PAlla commissione edilizia scolastica della Provincia, voluta dal consigliere Mauro Tirabassi, hanno partecipato – oltre a lui – il presidente Vincenzo Calvisi, l’assessore comunale ai Lavori Pubblici del Comune di Sulmona Mauro Tirimacco, il dirigente del Quarto Settore Amedeo D’Eramo, l’ingegnere del Comune di Sulmona Fabrizio Petrilli, la Dirigente del Polo Ovidio Caterina Fantauzzi, i rappresentanti degli studenti e il progettista.