Oncologia da potenziare, Salvati rilancia con centro radioterapico

SULMONA- Il consigliere comunale Roberta Salvati torna sul problema del Reparto di Oncologia dell’ospedale di Sulmona e rilancia: “Non solo bisogna salvarlo ma potenziarlo con un centro radioterapico. Una causa sposata da me in prima persona e una criticità affrontata durante la campagna elettorale per le Regionali”. Roberta Salvati, consigliere comunale a Sulmona, torna sul problema del Reparto di oncologia dell’ospedale di Sulmona, con gravi carenze di organico, e rilancia per il potenziamento con l’istituzione di un reparto radio terapico.

“Anche io ho firmato la petizione per il reparto di oncologia” spiega Salvati  “e condivido pienamente la battaglia che si sta avviando e che in prima persona ho sostenuto sin dall’inizio di questa triste storia. L’ospedale di Sulmona va dotato di un reparto di oncologia operativo ed efficace, purtroppo ancora oggi il personale è sotto organico mentre la piena funzionalità di tale reparto  è inpensabile non solo per Sulmona ma per l’intero Centro Abruzzo, dove il numero dei pazienti con tali patologie è considerevole.

Oltre alle terapie di chemio” sottolinea  “confido che si doti l’ospedale anche del reparto radio terapico, in modo tale che il paziente possa ottenere un più qualificato e utile servizio senza dover fare chilometri per raggiungere ospedali lontani da Sulmona per le cure, con la consapevolezza che chi è malato non può sostenere lunghi viaggi. Chi è sottoposto a radio terapia non è in condizioni di sopportare ulteriori stress e viaggi in automobile”.