Chirurgia Castel di Sabgro chiusa per carenza di personale

CASTEL DI SANGRO – La Asl ha disposto la chiusura del reparto di Chirurgia per carenza di personale. Una decisione estrema, presa in passato in via temporanea anche su altri reparti, persino nell’ospedale di Sulmona che non è passata inosservata.

“La decisione della Asl di chiudere l’unità di chirurgia dell’Ospedale di Castel di Sangro per carenza di personale è di inaudita gravità – fanno notare dal gruppo consiliare di Progetto Comune – Chiunque conosca minimamente le esigenze del territorio e degli utenti del presidio sangrino non può che giudicare il provvedimento miope e folle. Paradossale e perfino offensivo, poi, che lo stesso venga motivato con la necessità di garantire la salute dei cittadini. Il tema non è tanto il ricorso alla magistratura, vero o presunto, minacciato ogni volta dal Sindaco, che siamo anche disposti a sottoscrivere ma che non risolve il problema. Diciamo da anni ormai che c’è bisogno di un’iniziativa politica forte – mai avviata da Caruso nonostante egli faccia parte del Comitato ristretto dei Sindaci – che non si riduca alle inutili e propagandistiche festicciole domenicali con tanto di sorrisi a favore di telecamera. Mentre qualcuno brinda, l’Ospedale di Castel di Sangro chiude. Non lo consentiremo. Ad ore presenteremo la richiesta formale ed urgente di convocazione di un consiglio comunale straordinario, in occasione del quale inviteremo il Presidente della Regione Marsilio e tutti i Sindaci del territorio, compresi quelli dell’Alto Molise, perché questa gravissima vicenda, ennesimo episodio in una situazione ormai complessivamente molto pesante e insostenibile, mette in discussione il diritto alla salute dei cittadini di Castel di Sangro e di tutto il nostro comprensorio”.