No all’euroscetticismo, Sulmona capofila di un progetto internazionale

SULMONA – Il Comune di Sulmona si è aggiudicato, in veste di capofila, il progetto europeo denominato “We Are The Europe – Euroscepticism? No thanks” nell’ambito programma europeo “Europa per i cittadini”, Azione “Gemellaggio di città” ricevendo un contributo di 10.800 euro . Al progetto parteciperà una delegazione del Comune di Šumperk, città gemellata con Sulmona dal 2017, composta da circa 10 rappresentanti  della municipalità e 20 studenti provenienti da 4 istituti secondari superiori. Il progetto riguarda la delicata questione dell’euroscetticismo, quel sentimento di forte critica verso le istituzioni europee ed i suoi valori che, specialmente in questo periodo, anima un dibattito a livello europeo ancora più attuale proprio in ragione del prossimo rinnovo del Parlamento e del futuro dell’Europa. Il progetto si svilupperà dall’11 al 14 marzo 2019, con il coinvolgimento attivo del Liceo “Fermi” e del Liceo “Vico” di Sulmona, che hanno contribuito in maniera determinate nell’accoglienza della delegazione e nella realizzazione di incontri finalizzati a creare dibattiti tra gli studenti in merito alle opportunità provenienti dalla UE. Le 4 giornate saranno caratterizzate da incontri e scambi culturali, dibattiti e approfondimenti sui temi del progetto coinvolgendo la cittadinanza per parlare del futuro dell’Europa e delle politiche di sviluppo a favore delle aree interne, grazie ai fondi europei con la presenza, tra gli altri, di importanti personalità provenienti dalle Istituzioni Europee come Luigi Nigri Direttore Generale per la Politica regionale e urbana UE  e la Dott.ssa Covassi Capo Rappresentanza Italia-Commissione Europea. “Questo risultato è per me motivo di grande orgoglio perché centra più obiettivi che mi ero posta sin da inizio mandato cioè quelli di avviare una stagione di attrazione di risorse dirette europee , potenziare i rapporti con paesi esteri e consolidare quelli con città gemellate per lo sviluppo dei reciproci territori e inserire Sulmona nei circuiti internazionali della conoscenza per stimolare forme di mobilità internazionale dei nostri studenti delle scuole superiori e dei loro insegnanti, per favorire l’apertura dei nostri giovani ad un mondo che è molto più ampio dei confini cittadini – spiega Il sindaco Annamaria Casini – Aprire la Città a realtà europee ed in particolare agli studenti stranieri, ospitarli, promuovere l’ integrazione con i nostri giovani, diventare un modello per gli scambi culturali è un obiettivo strategico su cui dobbiamo continuare a lavorare perché sarà fondamentale nel futuro. Negli scenari della globalizzazione non saranno mai competitive realtà chiuse in sé stesse”.