Turni estenuanti e assenza di manutenzione, nuovo sciopero alla Marelli

SULMONA – Carenze di personale che portano a turni estenuanti, mancanza di manutenzione sui macchinari che comporta a Fermi continuine ad assenza di pezzi di ricambio. Scatta un nuovo sciopero alla Magneti Marelli, l’azienda sulmonese di componenti per auto e veicoli commerciali. La Fiom Cgil ha proclamato lo stop dal lavoro per domenica 17 febbraio nel turno notturno dalle 22 alle 6 del giorno successivo.

“La squadra di manutenzione, costretta a degli inutili 20 turni, praticamene impossibilitata a svolgere il propio compito, sia per oggettiva carenza di personale sia per la costante mancanza di pezzi di ricambio – spiegano dal sindacato – L’impianto di cataforesi, il cuore della nostra realtà produttiva è arrivato ormai al collasso, costretto quotidianamente al sovraccarico a causa della mancanza di investimenti degli ultimi 10 anni – avvertono dalla Fiom- non senza rimarcare che “le lavorazioni meccaniche, anch’esse non manutenute, non riescono più a soddisfare i numeri che l’azienda pretende sui montaggi”. Il sindacato fa anche notare che “la scelta immotivata di obbligare allo straordinario anche nelle domeniche nelle quali Sevel non lavora, sta portando sistematicamente ad episodi incresciosi. Si costringe i lavoratori all’uscita anticipata del sabato con relativa perdita del pasto caldo, per poter rientrare la domenica seguente dopo la mezzanotte”.