Regionali, Marsilio stravince: a Sulmona la Lega traghetta il centrodestra e la Scoccia è la più votata

SULMONA – Solo a notte fonda diventa ufficiale la rivincita del centrodestra alle elezioni regionali dell’Abruzzo. Con il 49,3 per cento il senatore romano di origini abruzzesi non conosciuto diventa il presidente della Regione grazie ai voti di 202.874 abruzzesi.

Seguono Giovanni Legnini al 31,31 per cento con 129.567 votanti, Sara Marcozzi con il consenso crollato al 19,18% (79.377), Stefano Flajani con lo 0,46 (1.938).

IL VOTO A SULMONA

I atti finali arrivano solo alle 6:30 di stamattina per via del solito lavoro a rilento degli scrutatori nelle 28 sezioni, con la 17 che si è fatta attendere. Sono stati 12.310 i votanti a Sulmona pari al 55,90 per cento dei votanti.

Comunque la Lega è la più votata, seguita a ruota dall’Udc, la cui candidata Marianna Scoccia è la più votata in città. Fratelli d’Italia ha incassato 520 preferenze, 326 delle quali all’ex vice sindaco Mariella Iommi. Spicca con 1863 voti la lista dell’Udc, 1718 dei quali al sindaco di Prezza Marianna Scoccia, la più votata e 349 al consigliere comunale di Castel Di Sangro, Andrea Liberatore. Balzo in avanti della Lega con ben 2.771 voti, 1.604 dei quali alla candidata Antonietta La Porta. Si ferma a 281 preferenze Azione Politica, con la consigliera comunale Roberta Salvati che ottiene 215 voti. Forza Italia non va oltre i 420 voti di lista. L’ex sindaco di Anversa, Gianni Gabriele, ne prende 117, mentre l’assessore comunale di Pratola, Fabiana Donadei, si ferma a 96.

Nella coalizione di centrosinistra guida la classifica la lista SolidariPopolari con 930 preferenze, 858 delle quali vanno all’ex consigliere comunale Mimmo Di Benedetto e 359 a Mariangela Cianfaglione. Avanti Abruzzo si ferma a 140 voti. Non va oltre i 18 voti la candidata Paola Ruffo. Sono state 640 le preferenze incassate da Abruzzo in Comune, 379 delle quali vanno all’ex sindaco di Pratola ed ex Presidente della Provincia, Antonio De Crescentiis, e 115 a Francesca Di Giulio. La lista Legnini Presidente ne prende 629 di cui 336 vanno alla sulmonese Francisca Ibarra e 151 al sindaco di Roccaraso, Francesco Di Donato. Ottiene appena 44 voti Abruzzo Insieme. Chiude invece con 725 preferenze la lista Più Abruzzo che fa registrare il crollo del consigliere comunale, Fabio Pingue, che incassa 655 voti seguito da Elisabetta Vicini (418). Liberi e Uguali incassa 144 preferenze.

Anche a Sulmona la lista del Movimento Cinque Stelle diventa la terza forza di Sulmona con 1747 voti.

Casa Pound racimola appena 38 voti, 30 dei quali vanno al sulmonese Giovanni Bartolomucci.