Regionali, Di Benedetto: consiglieri e assessori della Casini si dimettano

SULMONA – “Le dichiarazioni con cui la sindaca Casini si schiera a sostegno della coalizione di centrodestra alle “Regionali” disvela, finalmente, ciò che del resto era noto a tutti: la sua sopravvivenza amministrativa che dipende esclusivamente dall’ex assessore del governo regionale di centrosinistra che partecipa, oggi (surrettiziamente), alla competizione elettorale con la candidatura della moglie nelle fila del centrodestra”. Lo scrive in un comunicato Mimmo Di Bendetto (Solidali e Popolari con Legnini).

“Ciò pone, evidentemente, un problema di etica istituzionale, ancor prima che politico. La necessità della denuncia, cioè, del tradimento di quell’elettorato che aveva espresso un consenso maggioritario ad una coalizione civica  che a suo tempo ha conquistato palazzo San Francesco. Per restituire credibilità alla politica ci aspettiamo una netta presa di posizione da parte dei consiglieri comunali dell’amministrazione Casini riconosciutisi in quel progetto civico, con l’immediata uscita dalla attuale maggioranza. Ciò vale, a maggior ragione, per il consigliere comunale Fabio Pingue candidato nelle liste regionali del centrosinistra, che di questa amministrazione costituisce l’AGO DELLA  BILANCIA con esponenti di primo piano che a lui fanno riferimento: vedi il presidente del Consiglio Katia Di Marzio e l’assessore Antonio Angelone”, conclude Di Benedetto.