Giovane chef trovato morto nell’hotel dove lavorava

PESCASSEROLI – È stato trovato morto stamattina Antonello Ferreri, giovane chef di 35 anni, originario di Avezzano. Il cadavere è stato rinvenuto sulle scale di un hotel di Pescasseroli dove il ragazzo lavorava da qualche mese. La Procura di Sulmona ha quindi aperto un’inchiesta. Il magistrato di turno ha disposto l’esame autoptico per far luce sulle cause del decesso. Sono due al momento le ipotesi al vaglio della compagnia dei Carabinieri di Castel Di Sangro, diretta dal Capitano Domenico Fiorini, che si sta occupando del caso. Il giovane chef potrebbe aver perso la vita per un improvviso malore che sarebbe risultato fatale, provocando la caduta, oppure la morte potrebbe essere subentrata dopo un incidente. A ritrovare il corpo esamine del giovane cuoco sarebbe stato un collega che ha lanciato subito l’allarme e ha avvertito i soccorsi. A constatare il decesso, già accertato dai sanitari del 118, è stato il medico legale che ha eseguito una prima ispezione cadaverica