Muore a soli 22 anni, gli amici: un fiore strappato alla vita

SULMONA – Aveva 22 anni e lottava  da almeno due con una malattia che sembrava avercela con lui. È morto oggi Simone Lotito, il ragazzo che illuminava concerti e eventi con le sue luci. Il giovane sulmonese, tecnico della fotografia nei service, era stato ricoverato tre settimane fa all’ospedale per una crisi respiratoria. In quella occasione amici e parenti hanno affollato il pronto soccorso, gli stessi che da oggi si stringono al dolore della mamma Luana, del papà Franco e dei fratelli Arianna, Tiziana e Fabio nella loro casa di Torrone.

Dove era tornato per trascorrere il suo ultimo Natale. Fino alla fine attorniato dai suoi cari. Tutti affranti e addolorati. Perché è vero che così Simone ha smesso di soffrire di quei dolori lancinanti per cui veniva curato con la morfina, ma è ancor più vero che non è giusto morire così. A soli 22 anni.