Sulmona sicura con Daspo, più telecamere e pattuglie della polizia municipale

SULMONA – Daspo per chi spaccia fuori e dentro le scuole, più telecamere, pattugliamenti della polizia municipale e potenziamento del sistema di illuminazione pubblica. Questi gli impegni del Comune di Sulmona per aumentare la sicurezza in città, che sono stati presentati ieri in Prefettura.

Il Tavolo del Comitato provinciale su “ordine e sicurezza” si è tenuto nella sede della Prefettura all’Aquila, in cui, insieme a molti sindaci della provincia, al Prefetto, alle Forze di Polizia e gli agenti della Polizia Locale di ogni Comune, è stata affrontata la nuova direttiva del Ministro dell’Interno, che chiede coordinamento e potenziamento di interventi tesi a contrastare reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti. Un lungo confronto in cui ogni sindaco ha esposto la situazione del proprio Comune, invitato a porre maggiore attenzione a questo fenomeno.
“Continueremo a portare avanti azioni di disturbo nelle piazze di spaccio, con il potenziamento del sistema di illuminazione pubblica, peraltro già in corso, il miglioramento della videosorveglianza, con nuovi stanziamenti in bilancio, e pattugliamento della Polizia Locale dedicato alle aree più sensibili – ha detto il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini – È in corso nel nostro Comune l’adeguamento del regolamento di Polizia Locale, per istituire il daspo, iniziativa promossa e seguita dal gruppo consiliare di Sulmona al Centro”.