Diabetici senza aghi per l’insulina e strisce per misurare la glicemia

SULMONA – Niente materiale per il fabbisogno dei diabetici nei distretti sanitari. E’ quanto torna a denunciare l’associazione peligna diabetici, rappresentata dal portavoce Salvatore Del Boccio, che chiede lumi agli organi preposti sul famoso accordo quadro mai concluso. “Vogliamo sapere che fine ha fatto l’accordo quadro mai concluso, causa di molti disagi”, interviene Del Boccio. Nelle scorse settimane l’associazione aveva presentano l’elenco delle criticità della sanità, quella che si fa dentro e fuori l’ospedale, che riguardano proprio i diabetici. Dalle commissioni per il rinnovo delle patenti speciali, con gli utenti che devono comunque recarsi all’Aquila con un aggravio di costi e di disagi. Al contratto a tempo determinato di uno dei due medici del servizio di diabetologia. L’associazione ha chiesto di regolarizzare la posizione come pure è stata avanzata la proposta di creare un team tra diabetologia, oculistica, cardiologia, chirurgia del piede diabetico, pediatria ed altre branche della medicina.