Scuole al freddo, i sindaci di Sulmona e Pratola corrono ai ripari

SULMONA – Il cambio repentino delle temperature nei giorni scorsi e le proteste dei genitori hanno spinto i sindaci di Sulmona e Pratola a firmare le ordinanza di accensione anticipata dei riscaldamenti.

“Ho firmato oggi l’ordinanza disponendo, per motivi evidenti di interesse pubblico, l’accensione anticipata degli impianti pubblici e privati di riscaldamento – dice Annamaria Casini – nella misura massima di 6 ore giornaliere, a partire da oggi stesso giovedi 25 ottobre. I tecnici si sono già attivati per rendere esecutiva l’ordinanza. Abbiamo ascoltato la richiesta di molti cittadini pervenuta in questi ultimi due giorni di poter anticipare l’accensione dei riscaldamenti che era prevista, invece, per il 1 novembre prossimo. Come già comunicato loro, abbiamo valutato attentamente la situazione, tenendo in considerazione l’abbassamento delle temperature, le previsioni meteorologiche, cercando di coniugare al meglio le esigenze della cittadinanza con la normativa vigente sul risparmio energetico”- ha chiarito il sindaco.

Stessa cosa a Pratola.

”Dopo un inizio di ottobre particolarmente mite, da qualche giorno le temperature sono scese senza gradualità’ e se noi adulti siamo più temprati, i nostri piccoli vanno salvaguardati – afferma la Di Nino – annunciando di aver dato disposizione di accendere in anticipo i riscaldamenti a scuola, stemperando i locali e lasciando i bambini in ambienti più caldi ed accoglienti”.