Mense chiuse, Lombardo Radice divulga circolare da caserma per il pranzo dei bambini

SULMONA – Dopo le disposizioni non scritte sull’obbligo di portare in classe solo panini e cibi secchi, evitando frutta e verdura in questo periodo di transizione prima della riapertura delle mense, arriva ora la circolare della scuola Lombardo Radice, che non riuscendo più a contenere le proteste dei genitori si solleva di ogni responsabilità.

Nella lettera arrivata in queste ore nelle case dei genitori degli alunni della scuola si chiede di “istruire i propri figli sul divieto di condividere il proprio cibo con i compagni e di assaggiare cibo altrui e assicurare la fornitura del pasto domestico ogni giorno prima dell’ingresso a scuola”. Come dire che i bambini devono trasformarsi in piccoli soldatini gelosi del proprio pasto.

Rendendosi forse conto delle richieste assurde, è la stessa scuola a “respingere l’assunzione di ogni responsabilità circa la preparazione, le caratteristiche igienico-sanitarie, la qualità, la fornitura, il trasporto e la conservazione del pasto, esonerando la scuola e tutto il personale scolastico, in caso di episodi di malattie trasmesse da alimenti e di qualunque conseguenza pregiudizievole, riconducibile ai pasti di preparazione domestica”. Da qui partono anche le direttive sulla modalità di preparazione dei cibi.
“Il pasto portato da casa va conservato a temperature idonee ad evitare contaminazioni e deterioramento e quindi che il cibo non sia di quello che va conservato a basse temperature (tra 0 e 4 gradi) o che va riscaldato – continua la circolare – i cibi dovranno essere porzionati o porzionabili dal minore e serviti esclusivamente in contenitori infrangibili e con tovagliette per non sporcare i banchi, che poi vanno riportate a casa in contenitori ermetici e non lavati”.

Le regole da caserma continuano con gli orari: il pasto dovrà essere fornito ai ragazzi prima di entrare a scuola, non durante le lezioni, né prima del pranzo stesso. E poi finalmente i consigli sulla dieta da seguire, quella mediterranea e equilibrata, dopo aver sponsorizzato la dieta del panino.