Salta acquisto di macchinario per cardiologia, scontro Asl – sindacati

SULMONA – Salta l’acquisto di un macchinario per le disfunzioni cardiache da 380mila euro e insorgono i sindacati.
“Riteniamo che in vista del prossimo trasferimento di alcuni reparti, tra cui la quello di Cardiologia e Utic nel nuovo ospedale di Sulmona, le attività al suo interno debbano essere garantite con personale ed apparecchiature adeguate, e che debbano essere immediatamente garantiti i necessari investimenti tecnologici per la sostituzione di apparecchiature e macchinari obsoleti – fanno notare Anthony Pasqualone (Fp Cgil), Mauro Incorvati (Fp Cisl) e Marcello Ferretti (Uil Fpl) – Non vorremmo che a Sulmona venga a breve (?) inaugurato il nuovo ospedale e che lo stesso non venga riempito di concreti contenuti e servizi utili e necessari per la popolazione di questo territorio e per l’intera Provincia dell’Aquila”.
Non si fa attendere la replica del manager della Asl Rinaldo Tordera, che si dice pronto ad incontrare le parti sociali.
“Premesso che il nuovo ospedale di Sulmona verrà dotato di tutte le indispensabili apparecchiature, accolgo volentieri la richiesta dei sindacati – dice il direttore generale – Sarà l’occasione per spiegare compiutamente le circostanziate motivazioni alla base della revoca di un lotto di gara, per 380.000 euro, riguardante l’acquisto di un macchinario del reparto di cardiologia dell’ospedale di Sulmona”.