Transenne e fiori sulle scale dell’Annunziata, tempi lunghi per i lavori

SULMONA –  Si allungano i tempi per la rimozione delle transenne sul complesso monumentale dell’Annunziata. L’assessore alla Protezione civile Antonio Angelone contava di farlo prima della Giostra cavalleresca, così al momento ci si è dovuto accontentare di una pseudo copertura con vasi di piante e fiori.

Intanto, un progetto da 600mila euro per rimettere a posto il tetto e il concio è stato presentato dalla Casa Santa dell’Annunziata. 

 “Ho noleggiato un autogru per portare in quota un ingegnere in grado di poter verificare da vicino la situazione – interviene l’assessore comunale Antonio Angelone – purtroppo è emerso che il concio si è spostato di parecchi centimetri dalla sua sede naturale e che l’intervento da eseguire dovrà per forza interessare tutta la lunghezza del cornicione e parte anche del tetto posteriore. Quindi per buona pace di tutti non ci sono le condizioni di sicurezza per i passanti per una eventuale rimozione delle transenne”. 

Tutto risale al 30 ottobre 2016 con il sisma che colpì Norcia e il Centro Italia. Ma le conseguenze di quell’evento sismico si ebbero anche a Sulmona con il distacco del concio di gronda nella parte alta del complesso monumentale dell’Annunziata.