Cinque Comuni del Centro Abruzzo nella “rete regionale del riciclo”

SULMONA – In arrivo 375mila euro per completare 5 centri di raccolta gestiti da Cogesa SpA.

I fondi, che arrivano dalla giunta regionale (delibera del 9 luglio 2018), vanno a completare la “rete regionale del riciclo”.

In totale sono 4 milioni e 800mila gli euro messi a disposizione dalla Regione per 29 centri di raccolta, distribuiti sul territorio abruzzese (13 in provincia dell’Aquila, 3 nel Pescarese, 9 nel Chietino, 4 nel Teramano).

In particolare, i centri di raccolta gestiti da Cogesa SpA, che hanno ricevuto un ulteriore contributo premiale di 75mila euro ciascuno, rispetto ai circa 107 iniziali per la realizzazione, sono cinque: Castelvecchio Subequo, Raiano, Capestrano, Castel di Sangro, Villalago.

“Le premialità ricevute premiano la programmazione fatta dai nostri tecnici – interviene l’amministratore unico di Cogesa SpA, Vincenzo Margiotta – e soprattutto vanno nell’ottica del completamento del progetto dei vari Cogesa satellite sul territorio, che fanno riferimento proprio ai centri di raccolta”.

I fondi a disposizione serviranno per potenziare strutture e attrezzature nei centri di raccolta e nel caso di Castel di Sangro ad implementare le eco-isole per il conferimento dei rifiuti con tesserino magnetico.

“I centri di raccolta – dice il Sottosegretario d’Abruzzo Mario Mazzocca – svolgono un ruolo importante nella strategia della Regione per raggiungere l’obiettivo della riduzione della quantità di rifiuti, come stabilito nel nuovo Piano Rifiuti. Con questo nuovo intervento la rete regionale dei Centri andrà incontro alle esigenze dell’intera della popolazione abruzzese”.