Mancate risposte da mesi sul centro storico, i commercianti pronti a rivolgersi al tribunale

SULMONA – “Solo chiacchiere non producenti”. Sono sul piede di guerra le associazioni di categoria del centro storico, che restano appese da mesi al discorso zona pedonale sì zona pedonale no. Per questo ben cinque sodalizi sono pronti a rivolgersi al tribunale se il sindaco Gianfranco Di Piero non li riceverà quanto prima.

“Nonostante le sue rassicurazioni e il nostro spirito che riteniamo di aver sistematicamente dimostrato sulle problematiche del centro storico, dobbiamo amaramente constatare che finora sono state solo chiacchiere non producenti in quanto ad oggi l’amministrazione comunale si è solo limitata a continuare le disposizioni emanate dalla precedente amministrazione”, scrivono in una nota Sulmona fa Centro, Cna, Ascom Fidi Ascom Servizi, Confesercenti e Confcommercio. Da qui la richiesta di un incontro urgente con tanto di avvertimento. “In caso contrario ci attiveremo per la tutela dei nostri diritti”- chiosano le associazioni di categoria. Cessa la tregua, a questo punto, sul centro storico. Il Comune ha preso tempo fino al 30 giugno per definire il nuovo assetto sul fronte della viabilità e non solo.