Co-housing, trasporto e assistenti: il Comune si aggiudica 80mila euro per l’inclusione dei disabili

SULMONA – Da alcuni anni, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha avviato una sperimentazione di un modello di intervento volto a favorire l’indipendenza e l’inclusione sociale delle persone con disabilità destinando specifici fondi alle Regioni.

A tal proposito, l’Amministrazione Di Piero si è aggiudicata un contributo da 80mila euro (più 20mila di cofinanziamento) per il progetto presentato nel mese di maggio 2021 dall’Ambito Sociale Distrettuale n. 4 Peligno con capofila Sulmona è stato finanziato dalla Regione Abruzzo per un importo di contributo di € 80.000 oltre a € 20.000 di cofinanziamento.
Gli interventi previsti riguardano: per la somma di 40000 euro il finanziamento di un contributo a sostegno delle spese per assistenti personali autogestiti, che sono scelti dalla persona con disabilità la quale provvederà alla regolarizzazione del rapporto.
Le somme attribuite ai beneficiari, che saranno individuati a seguito di apposito avviso, potranno ricevere un contributo che varia da € 12.000 a € 6.000  sulla base dell’intensità assistenziale valutata con la scala Barthel.
Per la somma di 45.000 € il finanziamento sarà utilizzato per la sperimentazione relativa al co-housing, ossia la convivenza tra due persone con disabilità  che saranno individuate sempre con apposito avviso.
 Per la restante somma di € 15.000, il finanziamento sarà utilizzato a sostegno delle spese per il trasporto sociale per beneficiari
Per la sperimentazione mediante co-housing il Comune di Sulmona mette a disposizione un alloggio arredato.
L’Amministrazione esprime “la propria soddisfazione per il finanziamento in quanto il progetto valorizza e promuove la libertà delle persone, permettendo ai beneficiari di poter ottenere maggiore assistenza con la concreta prospettiva di una vita maggiormente autonoma”.