Carcere in ampliamento e sotto organico: Nardella invoca interventi prima che sia troppo tardi

SULMONA – “Al supercarcere di Sulmona il nuovo elemento architettonico penitenziario in grado di ospitare ulteriori detenuti lo vorrebbero chiamare padiglione arancio. Lo stesso si andrebbe a sommare a quelli verde, giallo e blu attualmente presenti. Tuttavia, se fosse per la Uil PA, vista la situazione venutosi a creare e incancrenitesi in anni di continui tagli al personale, l’unico colore che si potrebbe attribuire alla nuova struttura detentiva appena ultimata ed oramai molto prossima alla sua apertura è quello rosso. Rosso inteso come pericolo di un possibile totale sfacelo qualora dessero l’ok alla sua apertura senza il previsto arrivo di nuovo personale”.

Fa notare Mauro Nardella della Uil penitenziari.

“Allo stato attuale ci ritroviamo, malgrado le 32 unità di Polizia penitenziaria inviate a seguito dell’ultima mobilità, con 244 a fronte delle 248 in forza al 1 gennaio 2021. Ovverosia con un decremento di 4 unità rispetto a quello che era già considerato un numero drammaticamente striminzito e per nulla confacente ad un istituto di Pena di tale portata. Il tutto con notevoli e gravi ripercussioni sui nervi di tutti gli operatori e soprattutto degli addetti all’Ufficio servizi i quali non sanno davvero più dove sbattere la testa”, ricorda.