Giunta con la clessidra, Di Piero avvia le consultazioni: 30 minuti per 2 rappresentanti di ogni lista

SULMONA – 30 minuti per ciascuna delle 5 liste in corsa alle comunali per stabilire la squadra di governo: il neo sindaco di Sulmona Gianfranco Di Piero ha calendarizzato da oggi alle 16 il suo piano di “battaglia” per arrivare alla formazione della giunta. Chissà se utilizzerà la clessidra lasciata in dono dal suo precedessore Annamaria Casini.

Ciò significa che in 2 ore e 30 minuti il primo cittadino ascolterà due rappresentanti per ogni lista, nell’intento di creare un esecutivo non distribuito equamente tra i seggi, ma più trasversale per meglio rispondere alle esigenze della città e alle professionalità in campo. Ed effettivamente i requisiti principali che dovrà avere l’assessore-tipo targato Di Piero sono professionalità e disponibilità.

Ora, ai propositi e ai desiderata, si dovrà far combaciare la volontà dei partiti e dei gruppi civici che sostengono il sindaco e che lo dovranno sostenere in consiglio.

Dunque, sarà da capire se il Pd con i suoi 4 seggi, Sulmona Libera e Forte con 3 e uno ciascuno per Sbic, Movimento Cinque Stelle e Intesa per Sulmona, saranno pronti ad accettare questa filosofia “fluttuante” della giunta.

Anche perché da sentire o comunque da assecondare in qualche modo ci sono anche Vittorio Masci e i suoi, con cui l’accordo trasversale tra forze politiche ed ideologie contrapposte è stato siglato ben prima del primo turno di queste strane amministrative.