Marelli in perdita del 22%: si punta su Alfa Romeo Tonale e Maserati Grecale

SULMONA – Una perdita di fatturato del 22% che si proverà a recuperare con la nuova produzione di bracci Alfa Romeo Tonale, assali posteriori e semicorner per il Maserati Grecale, oltre ai 9 milioni di euro di investimenti in prodotti, assemblaggio assali, manutenzione e ristrutturazione.

Questa la situazione dello stabilimento Magneti Marelli dopo un primo anno di pandemia, analizzata oggi in video riunione dai Sindacali Nazionali e Territoriali e dalle Rsa di Fim, Fiom, Uilm Uglm e i vertici di Marelli Italia, nelle persone del Coo Europa Marelli Ing. Ermanno Ferrari e del Responsabile Relazioni Industriali Dott. Orazio Privitera.
Nel corso dell’incontro, avvenuto in video conferenza, l’Azienda ha illustrato la situazione attuale, che vede una perdita del 22% del fatturato e le prospettive industriali per il prossimo futuro, ovvero consolidamento con i clienti storici STELLANTIS e NISSAN; perseguimento di una crescita mirata con Investimenti, Prodotti e Tecnologie; ricerca di Nuovi Partnership; Innovazione e Crescita nel Settore dell’Elettrico.
In merito allo Stabilimento di Sulmona “continua ad essere una importantissima realtà industriale della Ride Dinamics Business”, una importante realtà per la lavorazione delle sospensioni-assale posteriore, gruppi ruota, traverse. Il principale cliente del Plant di Sulmona è la Sevel ma” .. per il 2021 si avranno nuove attività produttive “ dai bracci Alfa Romeo Tonale agli assali posteriori e semicorner per il Maserati Grecale, oltre a 9,08 ml di euro di investimenti in prodotti, assemblaggio assali, manutenzione e ristrutturazione”.
“Ribadiamo e sosteniamo come gli Investimenti siano fondamentali ed essenziali a garantire, al Plant di Sulmona, futuro e vita sia a livello occupazionale che produttivo”, spiegano le Rsa Uilm.