Premi di produzione alla Marelli, la Cisl corregge il tiro: persi 600 euro rispetto all’anno scorso

SULMONA – Tra cassa integrazione e coefficienti di efficienza per forza di cose più bassi i premi di produzione in busta paga sono scesi in media di 600 euro ad operaio. Dopo le rimostranze in fabbrica per i toni trionfalistici delle buste paga più pesanti a febbraio per i premi di produzione, le Rsa Fim Cisl corregge il tiro rispetto ai giorni scorsi.

“L ‘anno scorso il premio è stato di 1800 euro con 8.70 (coefficente di efficienza) – fanno notare – Quest’anno ci siamo fermati al 5.50 (quindi 3. 20 punti percentuali in meno) con la cifra di 1171 euro. Rispetto allo scorso anno abbiamo perso 600 euro. Ai 1171 oltre alla tassazione 10% va defalcata la cassa integrazione. Il premio quindi si riduce ulteriormente”.