Muore di Covid sulmonese 46enne: tra le vittime più giovani del territorio

SULMONA – Raffaele Paolini, 46enne di Sulmona, è morto di Covid dopo una lunga battaglia cominciata prima all’ospedale di Sulmona e poi al Politecnico Umberto I di Roma.

L’uomo  era stato ricoverato nella Rianimazione Covid dell’ospedale di Sulmona nei mesi scorsi per circa quindici giorni, fino a quando, lo scorso 14 dicembre, i sanitari disposero il trasferimento al policlinico “Umberto I” di Roma per il peggioramento del quadro clinico, gravemente compromesso. Da quasi due mesi i medici della struttura capitolina hanno fatto il possibile, tentando ogni tipo di terapia, fino a  questa notte quando il cuore di Paolini ha cessato di battere. Un brutto risveglio per la città di Sulmona dove il 46 enne era conosciuto e stimato come persona e figura professionale. 

“Oggi sono senza parole, ma almeno una cosa voglio dirtela. Eri l’intelligenza allo stato puro, eri l’intelligenza viva, eri semplicemente il più bravo. La nostra città perde uno dei suoi figli migliori”, ha scritto sui social l’ex assessore regionale, Andrea Gerosolimo, in uno dei tanti messaggi di cordoglio, che ricordano la giovane età delle vittime di questo maledetto virus. Lui tra le più giovani.