Il Covid si porta via il senatore Franco Marini

SULMONA – E’ morto a Rieti per complicazioni dovute al Covid Franco Marini. Politico e sindacalista, aveva 87 anni.

Segretario generale della Cisl, poi presidente del Senato e poi ministro del Lavoro, segretario del Partito popolare italiano ed europarlamentare, Marini era nato a San Pio delle Camere e mai aveva dimenticato il suo Abruzzo. Marini era stato anche il candidato presidente della Repubblica col maggior numero di voti nella storia, senza però essere eletto.
A inizio gennaio era risultato positivo al coronavirus e ricoverato all’ospedale San Camillo de Lellis di Rieti. La notizia della scomparsa è stata data con un tweet da un altro esponente di lungo corso dei Popolari, Pierluigi Castagnetti che ha ricordato l’amico come “uomo integro, forte e fedele a un grande ideale: la libertà come presupposto della democrazia e della giustizia. Quella vera”.

Il sindaco di San Pio delle Camere, Pio Feneziani, ha proclamato il lutto cittadino.