Capitale italiana della cultura, M5S: occasione persa per L’Aquila e Sulmona

SULMONA – La città di Sulmona avrebbe dovuto sostenere formalmente la candidatura dell’Aquila a capitale italiana della cultura, andata poi a Procida. Ne sono convinti gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Sulmona, che parlano di occasione persa per Sulmona e per tutta la regione.

“Considerato lo stretto legame che abbiamo con il nostro Capoluogo dato da Celestino V e dalle similitudini territoriali – sottolineano – sarebbe sicuramente stato opportuno un sostegno formale ed ufficiale da parte dell’amministrazione comunale di Sulmona perché crediamo che il turista che si  sarebbe recato  a visitare  L’Aquila in veste di capitale italiana della cultura, con una attenta promozione turistica anche della nostra città da parte della nostra amministrazione comunale,  probabilmente avrebbe prolungato la sua visita a favore della nostra città, così come è avvenuto in Basilicata, dove della nomina di Matera a capitale della cultura ne ha beneficiato tutta la regione”.

Nel 2019, però, Matera fu scelta come capitale europea e non italiana della cultura.

“Siamo convinti che una unità territoriale supportata da progetti condivisi tra  le diverse città della nostra provincia e regione – aggiungono i Cinque Stelle di Sulmona –  porti un reale beneficio a tutti i soggetti e quindi anche alla nostra città. Come dichiarato nei precedenti comunicati, la nostra città deve essere pronta ad una collaborazione proficua con tutte le realtà limitrofe, capace di pubblicizzare le proprie bellezze e mettere nel ventaglio dell’offerta turistica anche gli eventi e le particolarità dell’intero comprensorio. Nel nostro programma elettorale ci sarà, come abbiamo già annunciamo, un’idea di Sulmona non come soggetto unitario e distaccato, ma ben incastonata e punto di riferimento per la provincia e per l’Abruzzo”.