Discariche abusive, c’è la mappa ma non i fondi per la bonifica

SULMONA – Discariche abusive e abbandono di rifiuti, il Comune approva la mappa delle aree degradate (Mad). Lo strumento dovrà servire ad avviare la bonifica, richiedendo i fondi dedicati a Governo e Regione.

“Contrastare l’abbandono incontrollato dei rifiuti e intervenire sulle aree degradate è uno degli obiettivi su cui stiamo lavorando – spiega l’assessore all’Ambiente Manuela Cozzi – ieri la  Giunta ha deliberato l’aggiornamento della Mappatura delle Aree Degradate  (Mad) nel territorio di Sulmona, realizzata dalla Società Ecogest”.

Si tratta di uno strumento di programmazione  che, con l’individuazione dei siti e dei costi necessari al ripristrino dei luoghi, consente di intervenire subito con ripulitura e bonifica  delle prime aree di degrado e di approntare sistemi di videosorveglianza tesi alla salvaguardia dei siti contro la ignobile pratica di abbandono dei rifiuti. Inoltre grazie a tale puntuale ricognizione si dovranno reperire le ingenti risorse specifiche che non possono essere coperte dal bilancio ordinario dell’amministrazione. 

“L’ approvazione attuale del Mad sottolinea l’impegno che questa Amministrazione sta dedicando alla salvaguardia dell’ambiente e infatti ci pone fra i pochi  comuni in Abruzzo dotati di tale strumento, quindi, in pole position per accedere a  sostegni finanziari specifici di Regione e Ministero – conclude Cozzi – Gli uffici sono già al lavoro per accelerare la ripulitura delle prime discariche con fondi comunali nell’ambito delle convenzioni in essere con fornitori locali e attuare in tempi brevi i primi interventi”.