Coprifuoco e zone rosse, Casini pronta ad usare misure restrittive era prevenite nuovi focolai

SULMONA – Il sindaco di Sulmona Annamaria Casini non esclude di servirsi di misure restrittive per contenere i contagi, dopo il Decreto della presidenza del consiglio dei ministri che ha lasciato ampi poteri alle amministrazioni locali, tra cui chiudere aree ad alto tasso di assembramento.
“Il Dpcm ha imposto nuove restrizioni e siamo tutti chiamati a grande responsabilità nel rispetto rigoroso delle nuove norme anche perché solo così potremo evitare un altro lockdown – dice Casini – Ora dobbiamo assicurare il contenimento del contagio per salvaguardare la salute pubblica e garantire allo stesso tempo la tenuta della nostra economia locale cercando un nuovo modo di affrontare la quotidianità secondo un giusto equilibrio”.  E’ l’appello che rimarca il sindaco Annamaria Casini, all’indomani del Dpcm con le nuove misure di sicurezza per evitare la diffusione del contagio del Covid-19. “La situazione dei contagi attualmente a Sulmona è tendenzialmente stabile” continua il sindaco “ma ora più che mai è fondamentale rispettare le regole  imposte per evitare che cresca, come sta avvenendo in altre zone d’Abruzzo e d’Italia. E’ una situazione che dobbiamo affrontare tutti insieme e in sinergia con tutte le istituzione, soprattutto quelle sanitarie.  L’Ente è pronto ad utilizzare tutti gli strumenti a sua disposizione, anche quelli previsti nelle nuove disposizioni qualora ce ne fosse la necessità, per evitare la circolazione del virus. D’altronde grazie alle restrizioni che abbiamo disposto questa estate e la mia ordinanza che imponeva l’uso delle mascherine sin dal 24 agosto, anticipando le azioni di Governo, abbiamo potuto riscontrare un reale contenimento dei contagi. E’ pertanto necessario che ognuno di noi assuma comportamenti responsabili e corretti in maniera rigorosa, ribadendo l’utilizzo della mascherina, il distanziamento di un metro, la sanificazione delle mani e le altre misure di sicurezza anticovid previste compresa l’App Immuni altrettanto importante come io stessa ho avuto modo di verificare per il tracciamento dei contatti. Per questo” conclude il sindaco “invito tutti a scaricarla proprio per rinforzare tutti gli strumenti a nostra disposizione”.