Mercato sotto Covid tra piazza semi vuota e proteste per la chiusura al traffico

SULMONA – Appena sette bancarelle sulle 18 autorizzate e non molte persone in coda in una piazza semideserta e con divieto di accesso alle auto.
Esordio non buono per il primo mercato sotto Covid stamattina, tra forniture della merce non semplici dopo quasi due mesi, e i commercianti della piazza che sono tornati a lamentarsi per la chiusura al traffico che sarà così per quattro giorni a settimana (martedì, mercoledì, venerdì e sabato).
In più, contro la Confesercenti che ha siglato il protocollo di intesa col Comune per la ripartenza del mercato, arriva il parere contrario di altre associazioni di categoria, come la Cna, che parla di mercato irregolare per la mancanza di concertazione, prevista dal nuovo regolamento comunale su fiere e mercati.
Soddisfatto, invece, il vice sindaco e assessore alle Attività produttive, Marina Bianco.

Domani, intanto, sarà il secondo giorno e gli ambulanti
a rotazione occuperanno gli spazi esclusivamente del plateatico di Piazza Garibaldi, nelle mattine del martedi, mercoledi, venerdi e sabato. L’area è perimetrata tramite nastro segnaletico bianco e rosso e comprende una zona di ingresso (lato scale acquedotto) e una di uscita (lato chiesa San Filippo). Sono posizionati i box che ospitano i produttori agricoli nella zona dove si trova l’uscita del parcheggio di Santa Chiara, quattro box al centro della piazza mentre quelli per i generi alimentari sono dislocati sul lato farmacia. Sono presenti gli uomini della Polizia Locale e della Protezione Civile locale per agevolare i cittadini.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0