Bimillenario ovidiano, Pingue: i fondi si possono recuperare. Accuse Casini-Pezzopane

SULMONA – La partita sarebbe ancora aperta sui fondi della legge per il bimillenario ovidiano. Ne è convinto Fabio Spinosa Pingue, secondo cui i 700mila euro per il museo multimediale dedicato ad Ovidio non sarebbero perduti.

“C’è un importante lavoro  che si sta compiendo  per non perdere i fondi del bimillenario che, voglio ricordare, sono finalizzati alla costituzione del  Museo, per il parco letterario ed altri importanti  progetti e non certamente per fare le celebrazioni – spiega – Queste accuse reciproche, dettate probabilmente dalla tensione del momento,  rischiano di compromettere il preziosissimo lavoro  che si sta portando avanti con l’ausilio di tanti rappresentanti delle istituzioni e parlamentari.

Questa è un’ occasione straordinaria per la comunità, che ci permette di realizzare nel costituendo  Museo di Ovidio un portentoso attrattore turistico e  non dobbiamo  vanificarla. Sono persuaso che il Sindaco Casini e l’On.le Pezzopane sapranno  riprendere, unitamente ad altri soggetti istituzionali,  la via del dialogo costruttivo per conseguire l’importante obiettivo anche in vista del decreto Milleproroghe per il quale la presentazione degli  emendamenti scade il prossimo 20 gennaio“.
Scintille e accuse tra il sindaco di Sulmona Annamaria Casini e la parlamentare Stefania Pezzopane.


“Altro che colpa del sindaco – incalza – Casini – E’ evidente che la parlamentare del Pd Stafania Pezzopane non ha saputo far valere il suo ruolo presso il Governo, concretizzando la legge sul Bimillenario ovidiano, e per questo suo fallimento non può scaricare le colpe sul sindaco della città con un insolito sgarbo istituzionale. Oltre il danno, la beffa. Si attivi per rimediare presso il Ministro dei Beni Culturali del suo stesso partito, dimostrando di tenere a questa legge e a questo territorio come dice, al di là delle numerose passerelle di cui è sempre stata molto prodiga in città”. E’ quanto afferma il sindaco di Sulmona Annamaria Casini, in replica alle “inopportune accuse mosse dall’onorevole Stefania Pezzopane, sulla stampa. Ho fatto tutto quanto era nelle possibilità di un sindaco. Al mio insediamento, a giugno 2016, nelle casse comunali non abbiamo trovato nessun programma né risorse per il Bimillenario. In pochi mesi, entro dicembre 2016, siamo riusciti a individuare finanziamenti adeguati e ad attuare rapidamente un nutrito e variegato programma, durato due anni, per un valore di circa 200 mila euro, per celebrare la figura di Ovidio, reso possibile dalla legge regionale, con lo stanziamento di  100 mila euro, promossa dall’allora assessore regionale Andrea Gerosolimo, oltre che dalla Fondazione Carispaq, dalla società Tosinvest/San Raffaele, da altri sponsor privati e dal Comune di Sulmona. La promozione culturale per Sulmona è una risorsa importante” conclude il sindaco “e l’onorevole Pezzopane, anziché prendersela con il sindaco di Sulmona per azioni che spettano al Governo, si attivi con impegno, come si è attivata per far finanziare milioni la sua L’Aquila dimenticandosi troppo spesso di Sulmona”. 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0