Giunta di salute pubblica, Sbic favorevole se si coinvolgono Lega e M5S

SULMONA – La giunta di salute pubblica estesa alla città piace anche a Sbic, che però boccia eventuali accordi con il Pd.

“La soluzione ipotizzata di una nuova maggioranza con il Pd, non è infatti un governo di salute pubblica, ma un mascheramento dell’ennesimo accordo poco trasparente e molto trasversale siglato, tra l’altro, tra i grandi manovratori della politica cittadina: Andrea Gerosolimo e Bruno Di Masci – spiegano da Sbic – Dopo il “patto del branzino”, insomma, si rischia di assistere al “patto delle chiacchiere”, quelle di Carnevale e quelle che si continuano a fare sulla pelle della città. Un governo di salute pubblica, riteniamo, presume un coinvolgimento vero e concreto di tutte le forze politiche e sociali della città, comprese quelle “extraparlamentari”, ovvero la Lega e il Movimento 5 Stelle, giusto per citare le più strutturate, oltre ovviamente a tutti i gruppi e movimenti politici rappresentati oggi in consiglio comunale”.

Altrimenti, suggeriscono le dimissioni del sindaco.

“Se il sindaco, e non chi per lei, non è in grado di rimettere insieme i pezzi della città con questo spirito e questi metodi, è opportuno che lei stessa, in prima persona, si assuma la responsabilità del fallimento e suo e della sua maggioranza, e rassegni, questa volta definitivamente e senza ripensamenti, le dimissioni“, concludono.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0