Carnevale magro, le proteste della Salvati

SULMONA – Carnevale senza carri e sfilata allegorica e Mascherina d’Argento con fondi ridotti. Per via del magro bilancio la giunta Vasini ha dovuto rinunciare al “giovedì grasso”.

La cosa ha scatenato le ire della consigliera di (ex) maggioranza Roberta Salvati.

“Apprendo con disappunto e sdegno la decisione presa dal sindaco Annamaria Casini e dall’assessore alla Cultura Alessandro Bencivenga circa la cancellazione della sfilata dei carri allegorici di Carnevale, che quest’anno avrebbe festeggiato il cinquantesimo anno, e la riduzione dei fondi per la Mascherina d’argento – fa notare – In questo modo si impoverisce l’offerta culturale, di intrattenimento, nonché un appuntamento che fa parte della tradizione della Città di Sulmona, per bambini e famiglie. In questo modo si danneggiano gli organizzatori costretti a operare con pochi fondi e senza una adeguata programmazione.  Dispiace constatare poi che  l’assessore e il sindaco mentono sapendo di mentire. È da un anno che ho sollecitato l’amministrazione comunale per il 50esimo anno della sfilata dei carri allegorici evidentemente non hanno voluto organizzarsi in tempo.  Anche il problema economico sarebbe di facile superamento: la manifestazione non necessita di molto denaro si potrebbe coinvolgere qualche imprenditore e richiedere loro un sostegno per una manifestazione, quella del carnevale, sentita e partecipata dall’intera cittadinanza”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0