Telecamere in 5 zone a rischio, Sulmona si candida per i fondi a disposizione

SULMONA. Licenziato il nuovo piano Sulmona sicura. La delibera adottata dall’esecutivo comunale, disponibile sull’Albo Pretorio del sito istituzionale del Comune di Sulmona, ha recepito e approvato il progetto spedito alla Prefettura dell’Aquila per accedere ai fondi sulla sicurezza urbana dopo la firma del patto in Prefettura. Il progetto prevede l’implementazione del sistema di videosorveglianza in cinque zone: centro storico compreso all’interno delle due circonvallazioni, la zona compresa tra via Cappuccini e via L’Aquila (anche via Avezzano), quella tra viale Costanza e via Lamaccio, tra viale della Repubblica e l’ex strada statale 17, le frazioni del comune di Sulmona. Da qui la decisione della Giunta Comunale di approvare il progetto di primo livello del sistema di videosorveglianza, elaborato da Andrea Benotti e Miki Ferrari della Emisfera Sistemi S.r.l., società incaricata dal Comune.

L’intero progetto costa 500.864 euro, solo 30mila dei quali a disposizione del Comune. I restanti 470.864,89 sono stati richiesti come finanziamento sui “Fondi di riserva e speciali” dello stato di previsione del Ministero dell’Economia e delle Finanze, fissato in 7 milioni di euro per l’anno 2017 ed in 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018 e 2019, secondo le modalità indicate dal Decreto del Ministro dell’Interno del 31 Gennaio 2018. La documentazione è stata spedita alla Prefettura, ora bisognerà attendere il responso. 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0