Ospedale nuovo, inaugurazione slitta a fine ottobre

SULMONA – “Entro fine ottobre si inaugurerà il nuovo ospedale di Sulmona. E’ quanto ci è stato assicurato oggi durante l’incontro che, insieme all’assessore ai Lavori Pubblici Nicola Angelucci, abbiamo tenuto a Palazzo San Francesco, con l’assessore regionale Silvio Paolucci, il direttore generale della Asl1 Rinaldo Tordera, il direttore sanitario Tonio Di Biase, alla presenza dei dirigenti e funzionari del Comune  e dei tecnici  dell’azienda sanitaria”. Lo afferma il sindaco Annamaria Casini “Abbiamo discusso dello stato dell’arte del nuovo presidio ospedaliero che, come hanno garantito, sarà riconsegnato a fine ottobre prossimo. Successivamente, la Asl completerà l’iter procedurale per consentire, nei tempi più stretti possibili, l’apertura al pubblico. Il Comune sosterrà tutte le azioni necessarie per coordinare al meglio e favorire tutti gli atti di propria competenza, come è stato fatto finora, ed agevolare la fruibilità al più presto del nuovo ospedale per l’utenza. L’occasione” conclude il sindaco “è stata utile per discutere anche dell’ulteriore finanziamento ministeriale di 10 milioni di euro destinati a Sulmona”. Al riguardo, l’assessore regionale Silvio Paolucci ha dichiarato che “la ricostituzione del nucleo di valutazione degli investimenti da parte del Ministero dalla Salute, attesa per fine agosto, consentirà nel mese di settembre la sottoscrizione dell’accordo di programma e l’avvio delle procedure di spesa per completare gli interventi come l’abbattimento dell’ala vecchia del nosocomio, lo spostamento della centrale elettrica, la realizzazione dell’area di elisoccorso e la riqualificazione funzionale dell’attuale ala nuova dell’ospedale”. “Nell’articolato complesso del nuovo presidio ospedaliero” aggiunge l’assessore ai Lavori Pubblici Nicola Angelucci “anche la viabilità e i relativi parcheggi sono definiti ed in linea con quanto sottoscritto nell’accordo di programma tra Comune e Asl1, utilizzando il nuovo ingresso di via Montesanto e quello già esistente di viale Mazzini. Chiaramente” conclude l’assessore Nicola Angelucci “occorrerà rivalutare in un prossimo futuro la complessiva riorganizzazione del traffico, nell’ottica di uno sviluppo ulteriore che riguarda l’area adiacente riservata a servizi”.